Speciale Hitchcock 5 – Psycho

Alfred Hitchcock, il regista perfetto

una retrospettiva dedicata al maestro del brivido

Il cinema di Alfred Hitchcock torna sul grande schermo grazie al cinema La Compagnia di Firenze, nei 14 imperdibili appuntamenti di Alfred Hitchcock: il regista perfetto

 

E ogni VENERDI il nostro esperto Stefano Chianucci ci introduce tutti i titoli della rassegna con un video speciale che racconta tutto del film in cartellone il lunedi successivo!

Ecco a voi Psycho

Psycho decreta lo spartiacque fra l’era del cinema classico americano, quello delle star e delle grandi commedie e dei grandi drammi e la nascita del cinema moderno, dove si mostra ciò che prima era impensabile mostrare. Oggi De Palma, Argento, Tarantino e tutti i registi della generazione che va dagli anni ’60 ai giorni nostri sono figli di questo film e del suo autore e Psycho sancisce la fine del cinema vecchio stampo e apre l’era del cinema per come lo conosciamo ancora oggi.

Nell’estate del 1959 il maestro aveva preso la sua decisione. Il 47° film di Alfred Hitchcock sarebbe stato tratto da Psycho, un giallo horror di Robert Bloch, autore dal quale erano stati tratti alcuni corti per la sua serie tv Alfred Hitchcock presents.

Realizzare un capolavoro da un romanzo di serie B e per di più con un budget contenuto. Quando i capi della Paramount lessero la proposta odiarono tutto di Psycho, dal titolo, al contenuto. In una nota comunicarono “Non sperare di poter contare sui budget a cui sei abituato per poter girare questa roba”. “Benissimo, mi arrangerò”, risposte Hitchcock.

 

La scena più famosa del film, quella dell’omicidio di Marion Crane, la protagonista, al 47° minuto del film (poco meno della metà della pellicola, che dura 1 ora e 49 minuti), che già di per se è un’assurdità e un rischio di sceneggiatura mai tentato prima in un film, è un momento di cinema irripetibile nella storia.

Psycho costò in tutto 806.947 dollari. E incasso più di 60 volte il budget speso raggiungendo circa 50 milioni di dollari di incasso (32 solo negli Stati Uniti). Avendo prodotto il film in quasi totale autonomia, Hitchcock fece letteralmente una fortuna. Intendiamoci, il suo cachet alla fine degli anni ’50 era già di 250.000 dollari a film, ma qui si parlava di milioni di dollari di incasso personale. La qual cosa lo rendeva realmente indipendente artisticamente fino alla fine dei suoi giorni. 

Per approfondire su Psycho potete leggere lo SPECIALE scritto per NERDREAM.it in occasione dei 60 anni del film

DENTRO LA DOCCIA DI PSYCHO

Articolo creato 53

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto