L’Argante #24 L’uomo è vivo. Folklore, tradizione, religione, rito, magia… chiamatelo spettacolo!

C’è sempre stata una connessione fra la teatralità e la religiosità. Attenzione, questo non è un articolo sull’ originaria arte Greca di fare spettacoli, nemmeno sulle rappresentazioni teatrali consentite (sarebbe meglio dire: le unicamente consentite)  quando nell’oscuro Medioevo il teatro era frutto della mente del diavolo e la chiesa sotto sotto era l’unica che lo […]

L’Argante #20 La speranza è una trappola.

Abbiamo ancora l’opportunità di poter pensare positivo? Ma soprattutto, sarebbe coerente far previsioni ottimistiche in questa nostra società? Tira una brutta aria. Questa constatazione enunciata da Mario Monicelli, in occasione di una sua intervista trasmessa nel servizio RAIperunanotte mandato in onda nel 2010, alcuni mesi prima della sua scomparsa, mi pare ancora tremendamente attuale. Il […]

L’Argante #19 Molto ‘silenzio’ per nulla. Ovvero: come mi ritrovai nei panni di Zio Vanja.

É probabile che io fossi uno dei pochi uomini acculturati del mio distretto (cucina-salotto, camera da letto, uno studiolo, un bagno e balcone con discreta vista). Ma questi anni, sopratutto mesi, forse giorni, per non parlare delle ultime ore di vita meschina, mi hanno trasformato, definitivamente, in un essere volgare. Ho anche comprato una vestaglia […]

L’Argante #17 Buon Compleanno, Hercule! – Cento anni dalla nascita di Poirot

Poirot è stato e sarà sempre l’uomo della mia vita. Poirot equivale ad un pomeriggio rigenerante di tè e biscotti. Poirot è viaggiare all’indietro verso un mondo ormai svanito in cui i gentiluomini salutavano le signore con un tocco discreto del cappello e un leggerissimo baciamano. Poirot significa sperare in un mondo migliore, dove, proprio […]

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto