What’s On || 25 febbraio – 3 marzo ||Appuntamento con Filippo Timi, Valerio Binasco, un nuovo musical e molto altro!

Teatro

Febbraio sta per terminare, e con esso anche il Black History Month, ovvero il mese dedicato alla celebrazione della storia afroamericana. Per concludere in bellezza questo periodo di analisi e approfondimento di un aspetto così importante della nostra società, il Teatro di Roma propone due appuntamenti con Pagine Afroamericane, oggi (giovedì 25) e venerdì 26 alle ore 13. Il progetto è curato da Simonetta Graziano e prevede delle letture ad alta voce dedicate ai giovani, tratte dal libro Se la Strada Potesse Parlare di James Baldwin, famoso autore statunitense, testimone di uno spaccato importante della storia americana, nonché esponente del movimento per i diritti civili. L’evento sarà presentato in streaming sui canali social Teatro e dell’Ambasciata degli Stati Uniti a Roma.

“Metamorfosi Cabaret”, Teatro di Roma.

Sempre grazie al Teatro di Roma, torna, domenica 28 alle 19, Metamorfosi Cabaret, giunto ormai al suo nono episodio. Al centro dell’attenzione sarà nuovamente Filippo Timi, nei panni del “male per eccellenza”, che insieme a Faust (Dario Caccuri) ci guida ancora sul Monte delle Streghe, per finire però sempre lì, a Roma, in questo viaggio a puntate, diretto da Giorgio Barberio Corsetti, che ci ha permesso di riscoprire la nostra Capitale sotto una nuova luce.

Le maschere di Ezio Toffolutti per il Teatro Nazionale di Genova.

Questa sera (giovedì 25 alle 19) sarà anche possibile assistere alla seconda replica de I Due Gemelli Veneziani, prodotto da Teatro Stabile del Veneto, Teatro Piemonte Europa e Teatro Metastasio di Prato. La divertentissima pièce di Carlo Goldoni è messa in scena da Valter Malosti, con un mix di tradizione ed innovazione, sulla Piattaforma Backstage.

Da venerdì 26 alle ore 21, i giovani attori diplomati alla Scuola di Recitazione del Teatro Nazionale di Genova ci racconteranno invece, in uno streaming disponibile sul profilo Facebook e sul canale YouTube del teatro, La Favola del Principe Amleto, diretto da Marco Sciaccaluga. Le maschere indossate dai protagonisti sono di Ezio Toffolutti. A breve, sugli stessi canali, sarà anche disponibile il famoso Rosencrantz e Guildenstern Sono Morti di Tom Stoppard.

“Spacciatore”, Teatro di Napoli.

Se poi avete seguito i nostri consigli della scorsa settimana e avete guardato il docufilm di Lucio Fiorentino sui retroscena di Spacciatore del Teatro di Napoli, sabato 27 alle 20.30 potrete godervi la prima assoluta dello spettacolo vero e proprio, diretto da Pierpaolo Sepe e scritto da Andrej Longo. Quella che è definita come una ‘sceneggiata’ vedrà come protagonista

un giovane uomo che non è né stucchevolmente buono, né antropologicamente cattivo.

“Emilia”, il musical.

Segnaliamo anche due proposte da non sottovalutare, che arrivano dritte dritte da Londra. Dal 1 marzo fino a fine mese sarà disponibile online Emilia, il musical del West End vincitore dell’Olivier Award nel 2020, andato in scena al Vaudeville Theatre nel 2019. Ambientato nel 1609, è una storia di donne che risuona attraverso i secoli per ispirarci con musica e passione.

“The Sorcerer’s Apprentice”, il musical.

Si svolgerà infine online (il 26 febbraio) la premiere mondiale di The Sorcerer’s Apprentice, un nuovo musical che ci presenta al cospetto di un mago e della di lui figlia, alle prese con la scoperta di nuovi poteri…e nuove strabilianti possibilità.

Opera e concerti

Ricordiamo come ogni settimana i topic affrontati dal Metropolitan Opera di New York a suon di streaming giornalieri: a concludere la settimana dedicata al cantante lirico russo Dmitri Hvorostovsky saranno un bel gruppo di opere verdiane, nell’ordine Ernani, La Traviata, Un Ballo in Maschera e Il Trovatore. Con il primo giorno di marzo si inaugura invece un nuovo mese di celebrazioni, questa volta per il Women’s History Month, il mese dedicato alla storia delle Donne e al loro contributo nei confronti della società contemporanea. Per l’occasione, il teatro newyorkese propone, tra lunedì e mercoledì, il Don Pasquale di Donizetti, il Falstaff di Verdi e Die Walküre di Wagner.

Sarà il pianista bulgaro Emanuil Ivanon, classe 1998 e vincitore della 62° edizione del Concorso Pianistico Internazionale Ferruccio Busoni, ad interpretare al pianoforte musiche di Busoni, Ravel e Skrjabin nel concerto del Teatro alla Scala di sabato 27 alle ore 20.

Sempre nel weekend, il Teatro La Fenice di Venezia propone ben due concerti, entrambi alle 17.30: sabato pomeriggio Juraj Valčuha, direttore musicale del Teatro San Carlo di Napoli, dirigerà l’orchestra de La Fenice in La Mer di Debussy e Picture at an Exhibition di Mussorgsky; domenica toccherà invece a Claudio Marino Moretti guidare il coro del teatro su musiche di Vasks e Bernstein.

Danza

Questa sera (giovedì 25 alle ore 21.15), il Teatro alla Scala ci propone una carrellata di Grandi Momenti di Danza in compagnia dei suoi primi ballerini e del suo corpo di ballo: a fare da protagonisti saranno i passaggi più famosi di balletti come La Sylphide, il Don Chisciotte e Le Spectre de la Rose. Il teatro milanese ci regala un altro appuntamento dedicato alla danza, con un Omaggio a Nureyev, in streaming domenica 28 alle ore 20. Anche in questo caso, il pubblico potrà godersi un mix che spazia da La Bella Addormentata nel Bosco a Cenerentola, passando per Il Lago dei Cigni e Romeo e Giulietta.

Da vedere…

“Zona Rossa”, Teatro Bellini di Napoli.

Simone Giustinelli e Stefano Patti, ideatori del programma L’Ultimo Nastro di Krapp, hanno appena fatto uscire una nuova puntata, la terza, della loro miniserie DocuKrapp per Campeggiatori Teatrali, un racconto per immagini del dietro le quinte dell’esperimento Zona Rossa, che il Teatro Bellini di Napoli ha ideato per contrastare l’apatia che potrebbe derivare dalla chiusura dei teatri, ospitando fino alla loro riapertura sei artisti che, chiusi negli spazi teatrali giorno e notte, si stanno dedicando alla creazione e progettazione di nuovo lavoro, ripresi in modo che il pubblico da casa possa seguire i loro progressi.

Venerdì 26 alle ore 21.20 andrà in onda su TV Prato il secondo episodio de Il Giornalino di Maigret, sceneggiato in stile anni Sessanta del Teatro Metastasio che si ispira a due intramontabili come Il Giornalino di Gian Burrasca e Cuore sotto la regia di Roberto Latini.

Subito dopo conviene rimanere incollati al televisore per non perdersi il programma dedicato al teatro per eccellenza, Retroscena – I Segreti del Teatro di Michele Sciancalepore. In onda (purtroppo in seconda serata, alle 23.40) su Tv2000, ci racconta di più su Il Piacere dell’Onestà di Luigi Pirandello, nella versione curata da Valerio Binasco per il Teatro Stabile di Torino. Ecco qua una breve anticipazione della puntata!

Silvia Bedessi

Articolo creato 39

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto