What’s On || 15-21 aprile || Invitro, la nuova stagione online dei teatri lombardi, danza e radiodrammi

Teatro

“Janis – Take another little piece of my heart”, Teatro del Buratto.

E’ stata presentata ieri la bellissima iniziativa di sette teatri lombardi, Teatro del Buratto, Teatro Elfo Puccini, Industria Scenica, MTM Teatro, Teatro Menotti, Teatro della Cooperativa e Teatro Magro, che hanno deciso di unire le loro forze per proporre una stagione teatrale online on demand dal titolo Invitro, comprendente sette spettacoli ai quali sarà possibile assistere fino al 30 settembre. Janis – Take Another Little Piece of My Heart è la pièce del Teatro del Buratto, incentrata sulla vita e la carriera di una delle più importanti artiste della storia. Unendo pagine di diario, brani musicali e articoli, Marta Mungo e Davide del Grosso ricostruiscono in scena la figura di una donna che resta “emblema dell’adolescenza” e che può ancora parlare ai giovani di qualsiasi epoca.

Il Teatro Elfo Puccini propone invece Mary, Una Sarta per Shakespeare, di e con Elena Russo Arman: un viaggio nell’Inghilterra di Elisabetta I e nell’ambiente teatrale dell’epoca, raccontato, con ironia e leggerezza, dalla sartina Mary, che osserva questo mondo mirabolante da dietro le quinte. E se Industria Scenica ci regala uno spaccato sul drammatico mondo del (cyber)bullismo con Webulli, lo spettacolo di Manifatture Teatrali Milanesi si intitola invece Cyrano sulla Luna, un poetico avventurarsi tra le parole, i ricordi e i sentimenti di un uomo ormai solo.

“Cyrano sulla Luna”, Manifatture Teatrali Milanesi.

Per concludere, con Far Finta di Essere Sani il Teatro Menotti ci conduce alla ri-scoperta del genio di Giorgio Gaber, il Teatro della Cooperativa ci racconta della Resistenza nel cuore di Milano con Nome di Battaglia Lia, mentre il Teatro Magro si interroga sui fenomeni più misteriosi dell’universo e su “l’inaccessibile unito all’impenetrabile, l’impenetrabile unito all’inesplicabile, l’inesplicabile unito all’incommensurabile” in SN | 1604 Corpo Celeste.

Venerdì 16 torna, prodotta dal Teatro Franco Parenti, la performance su Zoom dal titolo Il Filo Invisibile, con Andrea Rizzolini, maestro di illusionismo. I temi della distanza, del teatro e della filosofia si uniscono in questo spettacolo assolutamente unico, in bilico tra realtà ed immaginazione. Molto simile è la proposta d’oltremanica The Secret Connection: in questo caso sarà Will Houstoun il protagonista dello show di magia interattivo che mira a ridurre le distanze in tempo di COVID, anche se attraverso uno schermo. Dal 15 al 18 aprile, gli appassionati di musical potranno, infine, godersi le musiche dei più famosi spettacoli del West End in West End Acoustic.

Opera e concerti

In diretta dal Teatro Malibran venerdì 16 alle 17.30, Histoire du Soldat, omaggio a Igor Stravinsky del Teatro La Fenice, sarà diretto dal Maestro Alessandro Cappelletto, con la partecipazione dell’attore Francesco Bortolozzo. Sabato alla stessa ora, il teatro veneziano ospiterà invece un concerto, su musiche di Béla Bartók tratte da Il Mandarino Meraviglioso, in cui sarà Juraj Valčuha a dirigere l’Orchestra.

The Metropolitan Opera di New York ci porta ancora una volta a spasso nel mondo delle favole, con una serie di spettacoli operistici disponibili da oggi fino a domenica: Hansel and Gretel di Humperdinck, Rusalka di Dvořák, Turandot di Puccini, per concludere in bellezza con La Cenerentola di Rossini. Settimana prossima ci addentriamo in un tema più filosofico, all’insegna de “L’autorità morale“, con Lohengrin di Wagner (lunedì), La Clemenza di Tito di Mozart (martedì) e La Fanciulla del West di Puccini (mercoledì).

Danza

“Maestro de Barra”, Teatro della Pergola.

Maestro de Barra è la video-performance di Israel Galván presentata da Teatro della Pergola, UCSB’s Arts & Lectures e The Joyce Theater, che vede come protagonista il ballerino di flamenco che ha saputo “trasformare il suo corpo in uno strumento.” Ambientata in luoghi assolutamente comuni e improntati alla quotidianità come i bar di una città – dallo spazio antistante il bancone, fino alla cucina, passando per la piazza ormai sgombra sia di tavolini che di avventori – questa opera ci mostra Galván assolutamente determinato a continuare a ballare, nonostante la sua e la nostra routine siano state stravolte dalla pandemia. Ecco allora che la danza si fa traduzione corporea e fisica di un sentire più intimo e profondo, di sentimenti che nemmeno la difficile realtà che stiamo vivendo riesce a sopire. E’ possibile apprezzare il video sul canale YouTube del Teatro della Pergola fino al 30 aprile.

Da vedere…ed ascoltare!

Oggi (giovedì 15) alle ore 17, il Teatro Nazionale di Genova organizza, in collaborazione con Fondazione INDA, il primo incontro online, cui ne seguiranno altri tre, con Walter Lapini, professore di lingua e letteratura greca, dedicato alla famosa tragedia di Eschilo, Coefore, che verrà presto diretta dal direttore del teatro ligure Davide Livermore. Sempre grazie al Teatro Nazionale di Genova, è in partenza dal 15 aprile anche un nuovo podcast dedicato al teatro ed incentrato su quattro produzioni, realizzate appositamente per questo medium, che si ripropongono di affrontare tematiche estremamente attuali come il lavoro, le relazioni interpersonali, la scienza e l’ecologia attraverso il punto di vista femminile. Onde Teatrali prenderà il via oggi con il primo episodio dal titolo Cannibali, tratto da un testo dell’autore originario del Benin, José Pliya, e dedicato al tema della maternità.

Per chi fosse più interessato alla (fanta)scienza, il Teatro di Roma propone invece UFO, una nuova puntata del podcast Scienza e Fantascienza dal Valle diretta da Roberto Rustioni. Il testo del radiodramma è firmato da Ivan Vyrypaev, mentre il podcast scientifico che lo accompagnerà è a cura di Isabella Pagano, direttrice dell’Osservatorio Astrofisico di Catania.

Per la regia di Oscar de Summa, Reunion è infine una nuova puntata del ciclo di radiodrammi realizzati dal Teatro Metastasio, in onda su Rete Toscana Classica mercoledì 21 alle 18.40. Un gruppo alquanto eterogeneo di “amici storici”, insieme alla loro accozzaglia di paure, debolezze ed insuccessi, si riunisce nella ricca villa di quello, tra loro, a cui la fortuna sembra aver sorriso di più fino ad oggi.

Silvia Bedessi

Articolo creato 31

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto